Bimbi sempre più miopi in Cina

Il vizio refrattivo riguarda il 20-30% degli alunni: trascorrere più tempo alla'aria aperta è una strategia preventiva.

Cresce la miopia tra i bambini cinesi: in un gruppo composto da 4741 alunni è risultata un’incidenza compresa tra il 20 e il 30%. In Cina c’è una particolare diffusione di questo vizio refrattivo che, se in Italia colpisce circa 15 milioni di persone, è particolarmente diffuso tra la popolazione asiatica. Questo studio è stato condotto nelle scuole primarie e nelle scuole medie: sono state scelte casualmente, proporzionalmente al numero d’istituti presenti in ciascuna città degli 11 distretti di Guangzhou. “L’incidenza della miopia tra gli studenti cinesi […] è la più alta di qualunque altro gruppo etnico-culturale”, osservano i ricercatori universitari cino-australiani nell’articolo pubblicato su Jama Ophthalmology. Gli stessi autori auspicano strategie preventive, ad esempio di aumentare il tempo trascorso all’aria aperta sin da quando si è piccoli (approfondisci). Tra l’altro la miopia, secondo l’OMS, è in aumento nel mondo.

Fonte IAPB