Corsi FAD

30
CREDITI

REFRAZIONE

Dal 15 Giugno 2018 al 14 Giugno 2019 è disponibile per gli iscritti al portale Centro Studi Salmoiraghi & Viganò un nuovo corso di Formazione a Distanza, dal titolo "REFRAZIONE", che garantisce ben 30 crediti ECM.

Breve Abstract
L’esame della refrazione o dei difetti visivi, è uno dei passaggi fondamentali della visita oculistica che consente l’esatto inquadramento del paziente e la corretta valutazione degli eventuali occhiali da prescrivere si per gli adulti che per i bambini. La quantificazione precisa ed accurata dei difetti visivi è ottenibile soltanto con la cicloplegia cioè con il blocco dell’accomodazione o ginnastica di messa a fuoco. Tale blocco consente una lettura accurata dei difetti visivi presenti e si ottiene mediante l’instillazione di alcune gocce di collirio che come conseguenza creano uno sfuocamento visivo nel paziente e dilatano anche la pupilla per alcune ore. Esistono vari colliri cicloplegici, il più famoso è l’Atropina, oggi però scarsamente utilizzato perché poco maneggevole (la dilatazione dura per circa 10 giorni). Comunemente vengono utilizzati il ciclopentolato e la tropicamide; entrambi necessitano di più di una instillazione a distanza di 10 minuti l’una dall’altra e devono passare almeno 30 minuti dall’ultima instillazione prima di poter esaminare correttamente la refrazione del paziente con appositi strumentazioni. La durata degli effetti di questi ultimi colliri dura alcune ore. Una volta ottenuta la cicloplegia la misurazione dei difetti visivi viene effettuata con appositi strumenti manuali che possono venire impiegati fin dai primi giorni di vita (schiascopia) o da auto refrattometri manuali molto utili nell’età pediatrica e più consigliabili rispetto a quelli computerizzati perché non risentono dei movimenti e della disattenzione dei piccoli pazienti. La prescrizione precisa ed accurata dell’occhiale è una manovra assolutamente indispensabile sia per la risoluzione dell’ambliopia sia per il controllo dell’angolo di strabismo. Infatti nel paziente strabico una prescrizione accurata consente non solo un recupero visivo ma una netta diminuzione dell’angolo di strabismo ed una stabilizzazione dello stesso diminuendo significativamente la variabilità della deviazione oculare. Per questo motivo è assolutamente necessario il passaggio della cicloplegia nella visita oculistica finalizzata al recupero dell’ambliopia e al recupero del paziente strabico! Non è possibile prescrivere occhiali senza l’utilizzo del blocco dell’accomodazione (ginnastica di messa a fuoco) se si vogliono ottenere dei buoni risultati specialmente in tali pazienti. E’ assolutamente da proscrivere la prescrizione di occhiali senza la cicloplegia anche quando si debba ricontrollare la refrazione ed effettuare modifiche dell’occhiale stesso. Generalmente è utile ripetere la cicloplegia almeno una volta all’anno nell’età pediatrica per monitorare i cambiamenti della refrazione anche minimi, in un’età dove le cose cambiano in fretta per la crescita del paziente, in modo da ottenere un costante recupero visivo e controllo della deviazione oculare eventualmente presente

Per richiedere il codice per accedere al percorso fad, clicca qui.

20
CREDITI

LE LENTI MULTIFOCALI

Dal 15 Aprile 2018 al 14 Aprile 2019 è disponibile per gli iscritti al portale Centro Studi Salmoiraghi & Viganò un nuovo corso di Formazione a Distanza, dal titolo "LE LENTI MULTIFOCALI", che garantisce ben 20 crediti ECM.

Breve Abstract
La tecnologia di queste lenti sta continuamente cambiando, portando i vari prodotti ad un livello di qualità e personalizzazione a volte veramente esasperato. Occorre quindi essere pronti ad affrontare queste nuove sfide se non si vuole affondare nella palude di prodotti ormai datati o di basso profilo che potrebbero necessitare sempre meno di un professionista qualificato. Solo con una grande competenza sui prodotti di ultima generazione potremo rendere un servizio efficiente e di qualità ai nostri clienti, in caso contrario il consumatore potrebbe orientarsi sempre più verso le soluzioni di profilo più modesto, attratto come sempre dai bassi costi.
Molto sono cambiate le lenti multifocali in questi anni e molti dei problemi che esse ponevano sono ormai stati risolti: il merito è senz’altro del grande cammino che la tecnologia di studio e costruzione delle lenti oftalmiche ha percorso in questi anni.
Per questi motivi occorre essere sempre aggiornati ed in grado di proporre ai nostri clienti i prodotti di più elevata tecnologia che saranno senz’altro quelli che ci consentiranno di ottenere le più elevate “performance” visive.
Il corso si interessa in modo sistematico di alcune delle caratteristiche fondamentali delle varie lenti progressive, passando in rassegna i progressi tecnologici di questi ultimi anni. Si fa il punto sulle novità nel campo delle geometrie, analizzando alcuni dei prodotti di più recente costruzione.
Nuove geometrie, caratteristiche del corridoio di progressione, criteri di scelta della lente anche in situazioni estreme, come quelle legate a cilindri elevati e problematiche di centratura e verifica saranno alcuni dei temi che il testo cercherà di affrontare.
Alcuni capitoli saranno poi dedicati alle lenti multifocali utilizzate al posto delle normali lenti monofocali per lontano (lenti ad addizione) o per vicino (lenti a digressione) e a quelle che risolvono sempre meglio i problemi visivi nel lavoro al computer, le cosiddette “lenti indoor”. Queste lenti infatti quindici anni fa muovevano le prime timide mosse, ma ora devono far parte a pieno titolo delle compensazioni consigliate ed utilizzate nei vari casi specifici, in una società che richiede ai nostri occhi prestazioni sempre più elevate e di sicura affidabilità.

Per richiedere il codice per accedere al percorso fad, clicca qui.

20
CREDITI

PROTEZIONE E PREVENZIONE DEI DANNI OCULARI DA RADIAZIONI ELETTROMAGNETICHE

Dal 10 Maggio 2018 al 9 Maggio 2019 è disponibile per gli iscritti al portale Centro Studi Salmoiraghi & Viganò un nuovo corso di Formazione a Distanza, dal titolo "PROTEZIONE E PREVENZIONE DEI DANNI OCULARI DA RADIAZIONI ELETTROMAGNETICHE", che garantisce ben 20 crediti ECM.

Breve Abstract
In questo corso si affronteranno le problematiche relative all'interazione delle radiazioni elettromagnetiche con l’apparato visivo nel suo complesso e verranno indagate le strategie preventive e profilattiche nei confronti dei danni dalle stesse provocati quali la prevenzione meccanica, attraverso lenti filtranti e sistemi solari, nonché la riduzione dello stress ossidativo attraverso una corretta supplementazione alimentare In questo corso analizzeremo come l’insieme di misure profilattiche e preventive mirate alla eliminazione dei fattori dannosi nei confronti dell’apparato visivo, che nel loro complesso costituiscono appunto la Vision Care, si relazionano con le problematiche relative all'interazione delle radiazioni elettromagnetiche. Importante sottolineare come le soluzioni individuate, ottiche, topiche od alimentari siano di potenziale interesse multidisciplinare per diversi stakeholders, non solo Medici Oculisti ma anche Farmacisti, Nutrizionisti, Medici di Famiglia che, nell’ambito dei rispettivi ruoli e competenze, collaborano positivamente insieme verso soluzioni costruite insieme per il bene dei pazienti.

Per richiedere il codice per accedere al percorso fad, clicca qui.