Londra, il teatro si “legge” con un paio di occhiali speciali

Il National Theater ha introdotto degli smart glass che aiutano chi ha difficoltà di udito a seguire le parti di testo recitate sul palcoscenico visualizzandole direttamente sulle lenti

Questi speciali “occhiali intelligenti per didascalie” (nella foto, tratta da nationaltheatre.org.uk), che mostrano il dialogo sulle lenti mentre gli attori parlano, sono stati introdotti di recente e saranno disponibili per tutta la stagione 2018-2019 del teatro londinese. Non solo permettono di seguire la scena senza perdere i dialoghi chiave, ma potrebbero rivelarsi una valida alternativa ad altre modalità in uso, come quella dei sottotitoli al di sopra o al di sotto del palco, che però costringerebbero a distogliere lo sguardo dal centro dell’azione. Come si legge sul sito del teatro, gli smart glass, che sono regolabili e si possono indossare anche sopra i normali occhiali da vista, sono stati sviluppati in partnership con Accenture e prodotti da Epson, dopo una collaborazione di quattro anni tra il National Theater e alcuni esperti del linguaggio. La sfida più grande nello svilupparli sarebbe stata, come riportato dal New York Times, la creazione di un software che permettesse la visualizzazione delle parole in tempo reale, in modo che gli utilizzatori cogliessero i momenti salienti, ad esempio le battute comiche, insieme a tutti gli altri spettatori. Il software utilizzato dal teatro segue il parlato dal vivo e riconosce alcuni elementi del palcoscenico, come i cambiamenti di luce, per garantire che i sottotitoli corrispondano. Le parole vengono poi trasmesse agli occhiali tramite wifi.